Home

Articoli

  07 gennaio , 2008       piero.devita       Attualità, La nostra storia, Tradizioni    0 Commenti
TREBISACCE - FESTA DELLA STELLA E RE MAGI

 


Ospitiamo due interessanti articoli di stampa, a firma di Lorenzo Armentano e di Franco Lofrano.  Ringraziamo gli amici giornalisti per l'attenzione e la partecipazione. (PdV)

 

LA MAGIA DEI RE MAGI TRA LE VIE DEL CENTRO STORICO

di Lorenzo Armentano

armentano@laprovinciacosentina.it

L’antico borgo di Trebisacce come Betlemme. Con il cammino dei Re Magi, che sabato hanno percorso i vicoli del centro storico fino all’arrivo alla chiesa Madre “San Nicola di Mira”, la cittadina ionica è stata avvolta da un’atmosfera surreale.Una tradizione che si ripercorre da secoli quella della “Festa d’a stella”, che unisce la memoria storica al mistero della fede. Numerosi i cittadini che per tutto il pomeriggio hanno gremito le stradine del borgo, al seguito della Stella Cometa che ha condotto i Magi dinanzi all’altare. Quest’anno la tradizionale festa, che è stata realizzata dall’associazione culturale L’Albero della Memoria” di Piero De Vita, insieme al gruppo parrocchiale e con il patrocinio dell’amministrazione comunale, è stata riproposta con nuovi elementi, ma sempre all’insegna dell’antico costume. Il corteo, infatti, guidato da Giuseppe Malatacca, partendo dal colle San Martino ha attraversato la “Via delle processioni”, passando per la cappella dedicata a Sant’Antonio Abate, fino all’arrivo alla Chiesa Madre. Davvero singolare la vestizione dei Re Magi, che richiede più di tre ore di tempo e prevede solo tessuti antichi. Un lavoro arduo, affidato all’apposito maestro Domenico Aino, che la compie da più di trent’anni. Unico anche il numero: i Re Magi infatti sono sei, in quanto ciascuno accompagnato dalla propria consorte. Il corteo, preceduto dall’asinello con la Madonna, San Giuseppe e tre angioletti, tutti curati da Filippo Garreffa, è stato accompagnato dalla calda musica della tradizione, riprodotta dai “suonatori del Pollino” Walter Astorino, Francesco Rusciano e Pietro Adduci. Non appena l’intera processione è giuntasul sagrato della Chiesa Madre, il pastore Malatacca senior ha indicato la Stella Cometa, che ha guidato i Magi fino all’altare. Soddisfatto Mons. Francesco Morano, parroco del paese da più di cinquant’anni, che insieme a don Joseph Vanson ha ringraziato l’intera comunità per l’intensa partecipazione. Riproporre ancora oggi queste usanze significa riportare alla luce la memoria storica e recuperare dalle polveri dei nostri giorni le nostre vere identità.

 


 “A FESTA D'A STELLA” A TREBISACCE

 di Franco  Lofrano

L’antica e tradizionale festa si è svolta sabato pomeriggio, 5 gennaio, nel centro storico con larga partecipazione di bambini per la loro attesa festa, di pubblico adulto e all’insegna del successo. La Comunità Parrocchiale S. Nicola di Mira del centro storico insieme con l’Associazione “L’Albero della Memoria” e con il patrocinio dell’amministrazione comunale ha realizzato, come da programma :”Il Cammino dei Re Magi-Jàme a tirà a stella-”. Ore 16,30 i Re Magi si trovano nei locali del “Virgo Fidelis” per gli ultimi ritocchi alla “Vestizione”, curata dal maestro Domenico Aino e dal maestro delle Cerimonie Giuseppe Malatacca Junior, che è un autentica prova di volontà ferrea. E’ nel rispetto della tradizione che si opera: fazzoletti e tuniche, corone e merletti, foulard e camice ricamate, gonne antiche e tanto ancora e il tutto assemblato e tenuto fermamente unito dalle tradizionali “spingole” e come se non bastasse i volti e l’identità dei protagonisti un “segreto”per tutti. Una specificità, che poi caratterizza la scena, è che i Re Magi sono sei e non tre. In quanto al numero doppio la soluzione è che i Magi non viaggiavano da soli e allora una “moglie” non guasta nel quadro fantasioso della rappresentazione.

E i volti? –Il dono è di per sé un valore,di fratellanza universale. E’ il piacere di offrire a Gesù , senza identità, e solo questo conta e tutto il resto serve soltanto ad esprimere i complimenti per l’impegno, l’abilità e la capacità dimostrata dai giovani della Comunità Parrocchiale e dai giovani dell’”Albero della Memoria”, che seppure diretti da Piero De Vita, da Filippo Garreffa, da Giuseppe Malatacca, da Don Joseph Vanson,da Don Ciccio Morano e altri validi direttori-organizzatori-collaboratori, hanno in sinergia compiutamente dimostrato di saper raggiungere gli obiettivi all’interno di un meritevole lavoro di squadra. E’ ancora una volta l’asinello a guidare il cammino per i suggestivi vicoli del centro storico e il corteo da Colle San Martino raggiunge Piazza Progresso e dopo la solenne Messa celebrata da Don Ciccio ecco i Re Magi fare ingresso in chiesa e avanzare dondolando e con microscopici passi seguendo la “Stella” per raggiungere Gesù, dove al suo cospetto i Re si tolgono la corona e offrono i loro doni: oro, incenso e mirra. Tanta passione e tanta dedizione.

Presente il Sindaco Mariano Bianchi con al seguito gli amministratori Cerchiara,Tarsitano, Partepilo,Schiumerini e altri.
A impersonare il tipico antico pastore con l’agnellino sulle spalle, ormai veterano nel ruolo perché è da 60 anni che lo ricopre, Malatacca Giuseppe Senior.

E' Giovanna Motta la Madonna sull’asinello (di proprietà di Raffaele De Vita ) mentre Pastore Federico nel ruolo di San Giuseppe.
L’intero percorso è stato armonizzato dal gruppo “I suoni del Pollino”con Fasanella Matteo al tamburello, Pietro Adduci alla zampogna, Rusciano Francesco alla surdulina e Walter Astorino alla chitarra battente.


 


 

 IL CAMMINO DEI RE MAGI- DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

JàME A TTIRA' A STELLA

 

I RE MAGI IN CAMMINO

 

DOMENICO AINO ( DA 33 ANNI MAESTRO DELLA VESTIZIONE)

 

GIUSEPPE MALATACCA (MAESTRO DELLE CERIMONIE)

 

Gruppo "Suoni del Pollino: Rusciano-Astorino-Adduci-Fasanella

 

 

RE MAGI E FILIPPO GARREFFA

 

RE MAGI E ZIO GIUSEPPE MALATACCA ( DA 60 ANNI L'ANTICO PASTORE)

 

 

RE MAGI-GIUSEPPE MALATACCA-SINDACO BIANCHI E ASSESSORI CERCHIARA E TARSITANO

 

 

 

FOTO DI GRUPPO-1

 

FOTO DI GRUPPO-2

 

 

 

RE MAGI A COLLE SAN MARTINO

 

De Vita P. -Tarsitano G.-De Vita F.- Campanella A. e l'artista Mariolina del Popolo

 

RE MAGI- PRIMO PIANO

 

 

DON JOSEPH PORTA IL BAMBINELLO IN PROCESSIONE

(dopo l'adorazine dei magi)

 

 

 


Commenti

In questo momento non sono presenti commenti!

Inserisci un commento

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Sito Web

Immagine CAPTCHA
Inserire il codice di controllo: