Arte

Articoli

  20 maggio , 2008       piero.devita       Arte, Attualità    5 Commenti
Ipsia- Presentazione Cortometraggio "Ama la tua vita"

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA DI II GRADO

IPSIA-TREBISACCE  IPSSC e T –ORIOLO

 

PRESENTANO

 

PROGETTO AREA A RISCHIO

Art. 9 CNNL- Fondi MIUR 2002/2005

 

I GIOVANI E L’ALCOOL

*

CONVEGNO CONCLUSIVO

e

PROIEZIONE CORTOMETRAGGIO A SCUOLA

“AMA LA TUA VITA

 

 

Sede IPSIA “E. Aletti”- Trebisacce

 Giorno 22/05/2008- Ore 9,30-Aula Magna

                

     


 

Programma dei lavori:

ore 9,30 – Introduce e modera Prof. Piero DE VITA

      9,40 – Saluto del Dirigente Scolastico Preside Vincenzo PETRELLI

      -Informativa sul progetto responsabile Prof.ssa Maria Carmine CREA

      -Esposizone attività Dott.ssa Valentina VASILEVA

     - Scuola e persona: Prof.ssa Valeria Greco

      - Espererienza cortometraggio e alunni: Prof.ssa Pina Aurelio

 

Proiezione Cortometraggio AMA LA TUA VITA

 

Relazioni:

  – Prof.ssa Elirosa GATTO – F.O. Problemi giovanili

  – Prof. Giovanni MAGNIFICO – Presidente APCAT CALABRIA

        Dott. Domenico CORTESE – Direttore FEDERSERD

        Don Joseph VANSON- Direttore Uff. Missionario- Diocesi Cassano Jonio

 

  Testimonianze – Interventi – Dibattito

 

Proiezione DVD “Dietro le quinte del cortometraggio

 

Conclusioni:

Preside Vincenzo PETRELLI- Dirigente Scolastico

 

ore 13,00 - BUFFET

                  

 

                      

 

 

 

 

 

Responsabile Progetto e Tutor

-         Crea Maria Carmine

 

Docenti tutor:

Aurelio Giuseppina

De Vita Piero

Gatto Elirosa

Greco Valeria

 


ESPERTI ESTERNI:

1.    Vasileva Valentina

2.    Franco  Giuseppe

3.    Perrone Antonello

 

                  

 

Notizie sul Corto: "AMA LA TUA VITA"

 

IPSIA "EZIO ALETTI"-TREBISACCE e  IPSSCeT-ORIOLO

ANNO SCOLASTICO 2007-2008

 

ALUNNI PARTECIPANTI AL PROGETTO: CORTOMETRAGGIO A SCUOLA

 

CAST ATTORI

Riccardo: Simone De Vita (classe III H)

Roberto: Massimiliano Lo Passo (Classe III H)

Marco:Federico Trupo (Classe IV H)

Leonardo: Daniele Adduci (Classe IV A)

Monica: Angela Ierovante (Classe IV A)

Cinzia: Antonella Adduci (Classe IV H)

Antonella: Teresa Ugolini (Classe II B)

Cristine: Cinzia Arvia (Classe III B)

Giusy: Mary Aurelio (Classe V G)

Valentina: Giorgia Truncellito ( Classe III G)

Mamma: Maria Francesca Aloise (Classe II L)

 

CAST – IL GRUPPO

Debora: Giovanna Lettieri (Classe II A)

Francesca: Teresa Carriero (Classe III B)

Rosalba: Cinzia Bomparola (Classe III B)

Mary: Simona Urbano (Classe V G)

Daniela: Maria Petta (Classe II A)

Antonella Campanella (Classe IV A)

Giorgia Caruso (Classe II B)

Giusi Malvito (Classe III B)

Emanuele Veneziano (Classe III A)

Eddy Nuhu (Classe III G)

Atoorina Shabandar (Classe II- I)

Ardis Maria (Classe V A)

Giuseppe Peluso (Classe V A)

 

Voce Fuori Campo: Romina Kalil (classe III B)

ALTRI ALUNNI: Giovanni Angiuli, Francesco Liguori, Domenico Munno

 

 

DOCENTI-TUTOR COINVOLTI:

Giuseppina Aurelio: costumi-riprese-organizzazione

Piero De Vita: recitazione-musica-storyboard-organizzazione

Elirosa Gatto: regia-scenografia-musica

Valeria Greco: fotografia-set-montaggio

   

 

DOCENTI - ESPERTI ESTERNI:

Valentina Vasileva:Scenografia-storyboard-regia- fotografia

Giuseppe Franco: Sceneggiatura-recitazione-regia- musiche

Antonello Perrone:Regia, sceneggiatura, recitazione

 

TECNICO-ESPERTO ESTERNO:

Salvatore Fragale: Operatore di ripresa, montaggio, ottimizzazione

 

Personale ATA:

Gentile Mario- Bonamassa Domenico-Panno Nicola

 

Il Dirigente Scolastico PRESIDE VINCENZO PETRELLI

 

ringrazia per la collaborazione:

 

- Il Sindaco di Trebisacce

- L'Assessore allo Spettacolo

- Il Comando dei vigili urbani e gli ausiliari del traffico di Trebisacce

- Il Comandante Delegato di Spiaggia di Trebisacce

- Associazione di Volontariato “Protezione Civile” di Trebisacce

- Confraternita “ Misericordia” di Trebisacce

- Showroom di Nicola Petta- Trebisacce

- Fotoclic di Salvatore Fragale – Cassano Jonio

- Famiglia Gatto-Liguori di Trebisacce

- Famiglia Domenico Pinelli- Trebisacce

 

    

 

“AMA LA TUA VITA

L’insegnamento socio-educativo degli Allievi dell’I.P.S.I.A. in un Cortometraggio

di

Prof.ssa Maria C. CREA

(responsabile del Progett)

 

Il progetto “Il cortometraggio a scuola: I giovani e l’alcool” è nato al fine di prevenire la dispersione scolastica. È frutto di una idea e di una scelta del nostro Dirigente Scolastico Preside Vincenzo PETRELLI, spettatore e, da sempre, vicino ai giovani nel moltiplicarsi dei fatti di cronaca connessi all’abuso di alcool. L’osservazione costante dei comportamenti giovanili ha fatto emergere, infatti, che l’alcool è stato sempre l’elemento causa scatenante dei tanti deleteri effetti riscontrabili nella società giovanile. Conseguenze deleterie che vanno ad incidere in primis negativamente sullo sviluppo psico-fisico e relazionale durante l’adolescenza.

L’I.P.S.I.A. di Trebisacce ha nel proprio bacino scolastico un’area ad elevato rischio dato l’uso diffuso di sostanze stupefacenti e di super alcolici che quasi certamente vanno poi a confluire nell’angoscioso fenomeno della delinquenza giovanile. Ma quali le cause? La disgregazione della famiglia? La povertà materiale e culturale? Il sempre più crescente abbandono della scuola di base?

Proprio per dare risposte a dette istanze è stato sviluppato il progetto “I giovani e l’alcool”, coinvolgendo gli allievi del corso alberghiero, biologo ed elettrico, realizzando un cortometraggio a tema “Ama la tua vita”. La scelta dello strumento “cortometraggio”, poi, è stata conseguenza logica per un Istituto che, nel proprio excursus formativo, ha sempre avvicinato i propri studenti al mondo del cinema, quale presenza e vita di un linguaggio più vicino alla loro realtà. Ogni iniziativa in tale ambito si è sempre avvalsa di uno studio curriculare, inteso a promuovere la manualità e la creatività per la costruzione di piccoli prototipi cinematografici, onde meglio comprendere i meccanismi propri del movimento delle immagini, sviluppare la curiosità verso le varie tecniche del cinema di animazione, acquisire maggiore consapevolezza dell’arte cinematografica, dei suoi mezzi e delle sue potenzialità. Infatti, con la visione di documentari didattici o di corti, i giovani hanno da sempre sviluppato e approfondito percorsi tematici più rispondenti alle loro problematiche ed alla loro sensibilità. Si è constatato, così, che il linguaggio audio-visivo tende a diventare dominante rispetto a quello verbale, mentre l’intelligenza sequenziale perde terreno a vantaggio dell’intelligenza simultanea, propria dell’audiovisiva. Ed ecco perché lavorare alla realizzazione di un corto avente come oggetto la  tematica dell’alcolismo, ha motivato gli allievi, stimolando la loro riflessione e migliorando, sempre di più, il loro rapporto con la scuola. Hanno partecipato e recitato con passione, determinazione e, a volte, con sacrificio, dati i contingenti disagi, anche di natura climatica, pur di trasmettere ai propri coetanei il messaggio di una vita sana da custodire.

Il progetto ha avuto la durata di quattro mesi, da dicembre 2007 a marzo 2008, articolato in un totale di 300 ore, sia teoriche, svolte nella “Aula Magna” dell’Istituto, trasformata in “laboratorio cinematografico”, che pratiche, in ambienti esterni. Presentata l’idea-progetto e documentatisi mediante la visione di alcuni corti realizzati da famosi registi, i frequentanti hanno aperto una accesa, coinvolgente e partecipata discussione e riflessione sul soggetto da trattare per trarne una propria sceneggiatura. Scelta la sceneggiatura, tutti ed ognuno secondo la propria maggiore e migliore attitudine e propensione, hanno contribuito acchè si potesse realizzare un corto di successo, si di successo per il messaggio che si voleva esternizzare. Si è creata una vera e propria troupe: i curatori della fotografia, guidati dalla prof.ssa Valeria GRECO, gli organizzatori dei rumori di fondo, delle musiche e delle voci fuori campo, con il supporto del prof. Giuseppe FRANCO, la regia per i “ciak si gira”, curata dal Regista PERRONE Dott. Antonello e, non per ultimo, il tutto per così come studiato e rappresentato nello “story-board” della Dott.ssa Valentina VASILEVA. Grazie, inoltre, alla disponibilità dell’operatore cinematografico Salvatore FRAGALE gli studenti si sono accostati alla conoscenza pratica delle tecniche di ripresa. Proprio nulla è stato lasciato al caso; nemmeno gli stages dei provini per la scelta degli “attori” e delle “attrici”, sostenuti con vero e proprio impegno e professionalità.

I docenti coinvolti nel progetto Prof. Piero De Vita, Prof.ssa  Giuseppina Aurelio, Prof.ssa Valeria Greco, Prof.ssa Elirosa Gatto e Prof.ssa Maria Carmine CREA hanno curato l’espressione verbale, il linguaggio mimico e gestuale e sostenuto gli allievi con pazienza e abnegazione anche e soprattutto nei momenti in cui la stanchezza sembrava potesse prendere il sopravvento. Non meno importante è stata l’opera di sostegno ed il prezioso aiuto dei signori Mario Gentile, Domenico Bonamassa e Nicola Panno, valido personale A.T.A. e Tecnico.

Piena soddisfazione ha espresso, inoltre, la Prof.ssa Maria Carmine CREA, quale Responsabile del Progetto, poichè sono stati raggiunti tutti gli obiettivi ed il percorso intrapreso ha risposto alle istanze degli strumenti e delle strategie atti a promuovere un diverso atteggiamento di studio, di conoscenza e di riflessione su una tematica molto forte quale: “i giovani e l’alcool”. Gli allievi hanno conosciuto la potenza dell’immagine e del linguaggio cinematografico per proporre e trasmettere una matrice educativa e didattica; hanno rafforzato la consapevolezza critica di fronte ai messaggi ed ai valori trasmessi dai mass media rendendo oggetto di “cultura riflessa” le esperienze di vita che i ragazzi vivono al di fuori della scuola.

Il 22 maggio 2008, con una cerimonia tenuta nell’Aula Magna dell’Istituto, è stato proiettato, infine, il tanto atteso cortometraggio “Ama la tua vita”. Ne è seguito un interessante e costruttivo convegno-dibattito che ha visto, tra gli altri, quali illustri relatori: Dott. Domenico Cortese, Direttore della FEDERSED; prof. Giovanni Magnifico, Presidente dell’APCAT Calabria; Don Joseph Vanson, Direttore Ufficio Missionario Diocesi Cassano allo Jonio; Arch. Giuseppe Tarsitano, Assessore Comune di Trebisacce.

Le conclusioni sono state tratte dal Dirigente Scolastico, Preside  Vincenzo Petrelli che si è complimentato per l’ottimo lavoro svolto e per il profondo messaggio d’amore rivolto ai giovani affinché capiscano che l’alcool è fattore di pericolo per la salute individuale e pubblica. Si è impegnato, inoltre, a far recapitare almeno cento copie del cortometraggio alla Regione Calabria ed a tutte le altre Istituzioni di rilievo oltre che a farlo partecipare ai vari Concorsi Nazionali denominati “Il corto nelle  scuole” indetti a Roma, Agrigento, Torino.

Un encomio, poi, ha rivolto agli alunni-attori e protagonisti: Simone De Vita, Massimiliano Lo Passo, Federico Trupo, Daniele Adduci, Angela Ierovante, Antonella Adduci, Teresa Ugolini, Cinzia Arvia, Mary Aurelio, Giorgia Truncellito, Maria Francesca Aloise, Giovanna Lettieri, Teresa Carriero, Cinzia Bomparola, Simona Urbano, Maria Petta, Antonella Campanella, Giorgia Caruso,  Giusi Malvisto, Emanuele Veneziano, Eddj Nuhu, Atoorina Shabandar, Maria Ardis, Giuseppe Peluso, Romina Kalil, Giovanni Angiulli, Francesco Liguori e Domenico Munno.

Il Dirigente, infine, ha ringraziato per la collaborazione generosamente prestata: l’Arch. Mariano Bianchi, Sindaco di Trebisacce, e l’Assesore allo Spettacolo; il Comando dei Vigili Urbani e gli Ausiliari del Traffico di Trebisacce; il Comandante della Delegazione di Spiaggia di Trebisacce; l’Associazione di volontariato “Protezione Civile”; la Confraternita ”Misericordia”; il Sig. Nicola Petta, Titolare dello “Showroom” di Via Bainsizza; la Famiglia Gatto-Liguori e la Famiglia Domenico Pinelli.

Si è distinta la presenza, tra le altre, di Monsignor Don Francesco Morano; dell’Ispettore Lufrano del Distaccamento locale della Polizia Stradale; del Maresciallo Spinosa della locale Stazione dei Carabinieri; dei rappresentanti della Croce Rossa Italiana, della Protezione Civile e dell’Associazione di Volontariato della Misericordia; dei giornalisti Franco Lofrano e Agostino Cimbalo e dell’emittente privata Tele A1 di Corigliano Calabro che ne ha curato le riprese.

Agli impossibilitati ad intervenire al Convegno si raccomanda di non mancare la visita della Mostra Fotografica e dell’Esposizione dei Poster e Story-board riguardanti riprese, backstage, attività creative, esperienze degli alunni partecipanti al progetto e al cortometraggio, che resteranno aperte fino a chiusura dell’anno scolastico.

 

                                                                                           Prof.ssa Maria Carmine Crea


 


 


Commenti

anna
# anna
martedì 3 giugno 2008 06:01
complimenti vivissimi allo staff del cortometraggio.prenderò contatti con la profssa crea
anna
# anna
martedì 3 giugno 2008 06:01
complimenti vivissimi allo staff del cortometraggio.prenderò contatti con la profssa crea
anna
# anna
martedì 3 giugno 2008 06:01
complimenti vivissimi allo staff del cortometraggio.prenderò contatti con la profssa crea
teresa
# teresa
venerdì 22 agosto 2008 07:44
è inutile i migliori siamo sempre noi dell'ipsia
By Daniele....
# By Daniele....
venerdì 12 dicembre 2008 12:49
una bellissima esperienza,sicuramente da ripetere!!! w l'ipsia...

Inserisci un commento

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Sito Web

Immagine CAPTCHA
Inserire il codice di controllo: