Home

Articoli

  29 gennaio , 2012       piero.devita       Cultura    0 Commenti
iniziative "Giorno della Memoria" 2012 - Ipsia e Albero della Memoria



I  P  S  I A - “ Ezio Aletti” - T R E B I S A C C E

E

ALBERO DELLA MEMORIA- ODV


COMUNICATO    STAMPA

Oggetto: GIORNO DELLA MEMORIA -27 GENNAIO 2012.


INIZIATIVE. AULA MAGNA – ORE 9,00

                 

     L’ IPSIA  e L’odv - L’Albero della Memoria , ricordano la SHOAH e celebrano  il Giorno della Memoria.

A tale scopo, le classi terze e quinte dell’Istituto ( indirizzo chimico-biologico-elettrico-alberghiero) hanno preparato una serie di lavori di ricerca, che presenteranno in Aula Magna giorno 27 c.m.

Le attività didattiche, le ricerche e le produzioni dei giovani dell’Ipsia affronteranno il tema della Shoah da diverse ottiche: origini e motivazioni storico-politico-scientifiche, la deportazione, i sistemi di trasporto, la condizione umana nei lager (quotidianità, abbigliamento, alimentazione), la condizione delle donne e dei bambini, i gas utilizzati, gli impianti, gli esperimenti scientifici sugli internati e sui disabili. Questo aspetto sarà curato dall’indirizzo chimico-biologico e dal  Gruppo H.

Nuove proposte di studio e approfondimento riguardano i dati relativi ad altri genocidi,  dimenticati dalla storia, non ultimo quello relativo al genocidio del popolo armeno, ad opera dei turchi. Negli ultimi mesi, su questa drammatica vicenda, c’è stato uno “scontro” tra Francia e Turchia.La  questione ha suscitato notevole interesse. Il Dipartimento  di materie umanistiche dell’Ipsia, partendo dalla legge istitutiva (Legge 20 luglio 2000, n. 21) ha inteso proporre alle classi la necessità di attualizzare alcuni comportamenti ( richiamati nelle cronache) e approfondire l’argomento sul “razzismo, razzismi nella storia e il razzismi oggi”. Tutte le produzioni didattiche, attraverso performances musicali, saranno illustrate in power point, in movie maker, in album fotografici e testi in word oltre alla tradizionale cartellonistica: tutti linguaggi che i giovani  utilizzano e apprezzano .

Nel corso della giornata,  per iniziativa dell’Organizzazione di Volontariato, L’Albero della Memoria, che fa capo al CSV- Centrso Servizi Volontariato di Cosenza,  è prevista la testimonianza  dei Sigg. Chiaromonte Francesco e Canciello Francesco di Trebisacce, internati nei campi di prigionia, durante la seconda guerra mondiale.

I giovani avranno, così la possibilità interagire con chi il dramma della guerra lo ha vissuto sulla propria pelle; potranno rivolgere domande e chiarire tanti aspetti sulla vita del soldato e sulla condizione dell’uomo in situazione di prigionia e di internamento. I reduci Chiaromonte e Canciello sapranno certamente trasmettere tutto il loro vissuto (di quel tragico periodo) e raccontare le loro preziose riflessioni. La loro esperienza sarà certamente di insegnamento ai giovani, alla pari di tante pagine storia e fatti appresi sui testi scolastici.

  
 I REFERENTI

-          PROF. PIERO DE VITA – Presidente OdV L’Albero della Memoria

-          Prof.ssa ELIROSA GATTO-Ipsia.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

PROF.SSA CLARA LATRONICO)



 
*  *  *  *  *

Dal sito-web  del CSV-Centro Servizi di Volontariato -Cosenza
(Volontà Solidale)

GIORNO DELLA MEMORIA- 
INIZIATIVE
 

Trebisacce. L’ IPSIA  e l'associazione L’Albero della Memoria ricordano la SHOAH celebrando la Giornata della Memoria a Trebisacce.  Le classi terze e quinte dell’Istituto scolastico hanno preparato una serie di lavori di ricerca, che presenteranno in Aula Magna alle ore 9:00. Nel corso della giornata,  su iniziativa dell’Organizzazione di Volontariato, L’Albero della Memoria, si prevede la testimonianza diretta dei signori Chiaromonte Francesco e Canciello Francesco di Trebisacce, internati nei campi di prigionia durante la seconda guerra mondiale. I giovani avranno così la possibilità di interagire con chi il dramma della guerra lo ha vissuto sulla propria pelle; potranno rivolgere domande e chiarire tanti aspetti sulla vita del soldato e sulla condizione dell’uomo in situazione di prigionia e di internamento. I reduci Chiaromonte e Canciello sapranno certamente trasmettere tutto il loro vissuto (di quel tragico periodo) e raccontare le loro preziose riflessioni. La loro esperienza sarà certamente di insegnamento ai giovani, alla pari di tante pagine di storia e fatti appresi sui testi scolastici. 


Scalea. L’Associazione Giovanni Paolo II, il Centro Donna Roberta Lanzino, lo Sportello Immigrati, con il patrocinio del Comune di Scalea, organizzano una manifestazione dedicata al Giorno della Memoria dal titolo “La più tragica pagina di storia dell’umanità intera” che si terrà venerdì 27 gennaio, alle ore 17.00, presso il Centro Donna Roberta Lanzino, in Via Lauro, 60, a Scalea. I lavori, moderati da Juna Filippelli, saranno introdotti da Giorgetta Vitale, Coordinatrice delle Associazioni dell'Alto Tirreno. Interverranno il Sindaco di Scalea, Pasquale Basile, il Consigliere comunale, delegato ai Servizi Sociali, Angela Riccetti, il Vice Presidente dell’ICSAIC - Istituto Calabrese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea, Enrico Esposito e il Coordinatore dei Centri Sociali di Scalea, Francesco Pezzotti. Nel corso della manifestazione saranno lette poesie e brani, verrà proiettato un video sulla Shoah e rimarrà esposta una foto galleria documentata al fine di sensibilizzare il pubblico sul genocidio della popolazione ebraica.

Cosenza. L’Associazione Confluenze, l’Associazione Radio 180 - Cambia la Musica, l’Associazione Sentiero Non Violento e la Comunità Rom di Vaglio Lise, con il patrocinio dell’Assessorato alla Solidarietà e Coesione sociale del Comune di Cosenza, hanno promosso, in occasione della Giornata della Memoria, la manifestazione “La memoria attuale del Porrajmos”. Porrajmos nella lingua dei Rom, significa "divoramento" e indica la persecuzione e lo sterminio che il Terzo Reich attuò nei loro confronti. L’appuntamento è per venerdì 27 gennaio, alle ore 17:30, presso il Cinema Italia di Cosenza. Parteciperanno l’assessore comunale, Alessandra De Rosa e Mariafrancesca D’Agostino dell’Associazione Confluenze. L’iniziativa sarà caratterizzata da musiche e canti a cura dei gruppi della comunità rom di Vaglio Lise, da letture di brani tratti dal libro “Non chiamarmi zingaro” a cura di Vincenzo Altomare e da performance teatrali curate dall’Associazione Radio 180 – Cambia la Musica. Seguiranno interventi e riflessioni da parte dei rom. 

Sempre venerdì 27 gennaio, alle ore 12:00, sarà possibile ascoltare, su Radio Ciroma 105.7 FM alcuni brani tratti dai libri “L’oro e la cenere”di Eliette Abècassis e “La bambina con il cappotto rosso” di Roma Ligocka letti da Gisella Florio, Nicoletta Grandinetti, Maria Rosaria Bianco, Giulia Sesti, Elvira Orrico, Gabriella Dragani, Barbara Mantuano. Saranno mandate in onda musiche sulla Shoah e saranno consigliati libri e film sull’argomento. La trasmissione è a cura dell’Associazione Radio 180 – Cambia la Musica, Itinerari Sperimentali, Be Equal, Centro di Ascolto alle Donne e Radio Ciroma.  

Martirano Lombardo. A Martirano Lombardo, piccolo centro montano in provincia di Catanzaro, l’Istituto Comprensivo “Don Milani”, in occasione della Giornata della Memoria che ricorre il 27 gennaio, ha organizzato due giornate di riflessione per non dimenticare dal titolo “La Calabria al centro della Shoah”. L’appuntamento è per lunedì 30 e martedì 31 gennaio, presso la Sala Falcone Borsellino, dalle ore 10.00 alle 12.00. Interverrà Antonio Sorrentino, Presidente del Centro Studi Triveneto sulla Shoah che si soffermerà sulle vicende nazionali e calabresi legate alla Shoah e alle due giornate parteciperanno gli studenti delle scuole primarie e secondarie di Martirano, Conflenti, Motta, Coscaro e Pietrebianche. Inoltre saranno presenti il Dirigente scolastico, Enrica Pascuzzi e il Sindaco di Martirano, Francesco Bartolotta. 


_________________________________


___________________________________________________


Legge 20 luglio 2000, n. 211

"Istituzione del "Giorno della Memoria" in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti"

pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000

Art. 1.

1. La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonchè coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Art. 2.

1. In occasione del "Giorno della Memoria" di cui all'articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell'Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinchè simili eventi non possano mai più accadere.




  • iniziative "Giorno della Memoria" 2012 - Ipsia e Albero della Memoria
  • iniziative "Giorno della Memoria" 2012 - Ipsia e Albero della Memoria
  • iniziative "Giorno della Memoria" 2012 - Ipsia e Albero della Memoria
  • iniziative "Giorno della Memoria" 2012 - Ipsia e Albero della Memoria
  • iniziative "Giorno della Memoria" 2012 - Ipsia e Albero della Memoria
  • iniziative "Giorno della Memoria" 2012 - Ipsia e Albero della Memoria
  • iniziative "Giorno della Memoria" 2012 - Ipsia e Albero della Memoria
  • iniziative "Giorno della Memoria" 2012 - Ipsia e Albero della Memoria

Commenti

In questo momento non sono presenti commenti!

Inserisci un commento

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Sito Web

Immagine CAPTCHA
Inserire il codice di controllo: