Home

Articoli

  19 gennaio , 2012       piero.devita       Attualità    0 Commenti
TREBISACCE: IL SINDACO BIANCHI RISPONDE AGLI ASSESSORI DIMISSIONARI

CRISI AL COMUNE DI TREBISACCE

*  *  *

SINDACO BIANCHI RISPONDE
AGLI ASSESSORI DIMISSIONARI:

" IO RESTO AL MIO POSTO "


Resta al suo posto il sindaco Mariano Bianchi dopo le clamorose dimissioni di ben quattro dei sei assessori (Cavallo, Liguori, Partepilo e Tucci)
, provando a resistere fino alla fine del mandato che, come è noto, finirà fra pochissimi mesi. «Nonostante la remissione delle deleghe dei quattro assessori, andrò avanti lo stesso, per rispetto alle istituzioni ed al patto sottoscritto con gli elettori». E’ la risoluta presa di posizione del sindaco Mariano Bianchi. Chi dunque si aspettava le dimissioni del sindaco Bianchi è rimasto deluso.

A chi invece faceva notare al sindaco che in realtà la sua Maggioranza è a rischio dal punto di vista numerico, Bianchi ha risposto affermando che: «Finora non si sono dimessi da consiglieri ma, se dovessero decidere di togliere il disturbo, io agirei di conseguenza, ma loro se ne assumerebbero tutta la responsabilità davanti agli elettori, a tutta la comunità ed a tutte le opere pubbliche che sono destinate e prendere il via in questi prossimi mesi».

Chiarita anche la posizione dei due assessori rimasti in carica, Antonio Cerchiara e Graziano Mandaglio. Il primo ha tenuto a precisare:«Non mi sono sentito chiamato in causa dalla lettera del sindaco Bianchi perché ho la coscienza a posto e sono convinto di aver sempre lavorato con impegno, contribuito a intercettare finanziamenti. Porterò fino al termine il mandato assegnatomi dagli elettori». Più duttile invece la posizione del vice-sindaco Mandaglio che ha preferito rimanere al suo posto per provare e rimettere insieme i cocci di un vaso che ormai sembra andato in frantumi.

«Oggi, – ha tenuto a precisare il sindaco Bianchi, – è importante portare a compimento l’azione di governo, nel rispetto del programma sottoscritto con gli elettori. Domani – ha concluso il primo cittadino di Trebisacce – ognuno è libero di andare per la propria strada». E’ difficile dunque in prospettiva immaginare la riproposizione del quadro politico che ha portato quattro anni orsono alla composizione della lista civica “Trebisacce Libera” che ha vinto le elezioni con largo margine. La rottura è consumata ormai da tempo.

Pino La Rocca (tratto da Amendolara live)

Commenti

In questo momento non sono presenti commenti!

Inserisci un commento

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Sito Web

Immagine CAPTCHA
Inserire il codice di controllo: