Arte

Articoli

  04 agosto , 2010       redazione       Arte, Attualità    0 Commenti
E' TUTTO NU RRIVùTO. QUESTO IL TITOLO DEL NUOVO SPETTACOLO TEATRALE DELLA COMPAGNIA L'ALBERO DELLA MEMORIA.

 

Dopo i successi degli anni precedenti, c’è attesa per lo spettacolo della compagnia teatrale di Trebisacce L’Albero della Memoria.
 
 “ E’ TUTTO NU RRIVÙTO”
 
Tutto pronto per la commedia dialettale della compagnia teatrale L’Albero della Memoria, dal titolo “ E’ tutto nu rrivùto”. Il testo è stato scritto dal Prof. Piero De Vita.
La prima uscita è stabilita per venerdi, 6 agosto 2010, ore 21,30, in piazza della Repubblica.
Lo spettacolo teatrale rientra nell’ambito del Programma “ Festival del mare 2010 ”, elaborato dall’Amministrazione Comunale di Trebisacce e curato da Antonio Cerchiara, assessore allo sport, turismo e spettacolo.
Quest’anno, la compagnia teatrale, si cimenta su un argomento di attualità: l’influenza negativa sulle famiglie da parte della televisione. Il testo si soffferma anche sulle illusioni che questa crea sulle nuove generazioni e sui genitori, quest’ultimi incapaci di filtrare i messaggi negativi e le imposizioni dei media.
Anzi spesso sono proprio loro che costringono i figli ad approcciarsi al mondo dello spettacolo pur non avendo qualità. E’ un modo, alla rovescia, di nutrire speranze o preparare un futuro per i propri figli. Addirittura vi sono genitori disposti a tutto. E’ questo il cattivo esempio.
Vi sono talune trasmissioni o particolari personaggi (attrici, ballerine, veline, vallette, conduttori, calciatori, ecc,) che sono visti come modelli da seguire. Tuttavia si segue un inutile sogno o meteora. Meglio la scuola, la propria realtà e programmarsi la vita fidando nelle proprie forze e intelligenza. La Tv è un mondo vago e fatuo. Questa di cui si parla è MalaTelevisione.
 
IL TESTO SI DIVIDE IN DUE SCENE.
 
ATTORI E INTEPRETI:
 
Nella prima la Famiglia Acquafrisca è al centro dell’azione teatrale. Si tratta dei nonni Gaitàno e Matalena ( Filippo Garreffa e Andreina Petta), della figlia Rosa con il marito Gigino ( Maria Ardis e Lo Passo Massimiliano) e figli Teresa e Vincenzo ( Teresa Ugolini e Vincenzo Chiarazzo) ; poi c’è l’altra figlia Ganna ( Anna Monti) e i figli Ludovico e Marianna ( Ludovico Noia e Marianna La Polla). Nella seconda scena, l’autore propone la parodia di alcune più seguite trasmissioni della Rai e di Canale 5. Movimenti scintillanti e dialoghi in dialetto trebisaccese, caratteristici e ricchi di significato. 
Altri personaggi sono: lo sportellista ( Giuseppe Malatacca), il parroco ( Piero De Salvo), il chierichetto ( Francesco De Vita). Sul palcoscenico poi troviamo i ragazzi di Amici e Nemici, le valette ( Mary Parrotta e Lucia Adduci), le corteggiatrici nonché ballerine Pirrupàte( Giovanna Motta, Morena Grisolia, Antonia Tucci e Valeria Adduci), le ballerine giovani (Marianna Lapolla e Francesca Petta) e Antonia Aloia, ex fidanzata del tronista.
 La scena si sviluppa con Uomini-donne-quaquaraquà e Sup-posta per Te, con la partecipazione straordinaria di Sgarba, interpretata da Rita Trinchi e Maurizio Costanzo interpretato da Luca Aloise.
 
IL GRUPPO DI LAVORO E’ COSI’ COSTITUITO:
Regia di Piero De Vita e Angela Malatacca
Le scenografie sono state curate da Giuseppe Malatacca, Rocco La Polla, Linda e Santina Ardis, Marilena Ciacci.
Le musiche sono di Rocco De Vita e gli effetti speciali di Francesca Licursi.
 
Responsabili organizzazione e produzione : Aloise Maria Francesca e Maria Rusciani.
Staff organizzativo: Lucrezia e Isabella Cirillo, Valentina Grisolia, Cinzia Scillone, Luigina Rago.
 
Le prove ( e tutto il lavoro preparatorio),si sono svolte presso il Teatrino dell’Istituto Virgo Fidelis. Per la fraterna e attenta disponibilità ringraziamo Suor Maria Assunta e tutte le suore.
Lo spettacolo sarà replicato a Trebisacce –Centro storico in data 21 agosto 2010, in piazza San Martino.
Nonostante le diverse difficoltà, che in questa sede tralasciamo di segnalare, resta intensa e qualificata l’attività della Compagnia e dell’Associazione culturale “ L’Albero della Memoria”. Siamo in prima linea a produrre autonomamente arte e cultura, a recuperare e valorizzare tradizioni e identità e soprattutto ad aggregare serenamente tanti giovani e tante famiglie. Avremmo bisogno di sostegno… “vero”.
 
Non bisogna dimenticare che il gruppo, in ambito teatrale, ha prodotto e messo in scena i seguenti spettacoli:
1. Spartivìnte
2. Suje suje bene i mamma
3. Broglio. Un Villaggio nella memoria.
4. Giovani e Anziani. Come ciucci a mminze i sùni.
5. Caterinnella ( donne ed emigrazione)
6. E’ tutto nu rrivùto.
 
In precedenza, in collaborazione con l’IPSIA DI TREBISACCE, ha proposto:
a) Alfredo Lutri. Un giovane eroe.
b) Lo Sbarco dei Saraceni
c) Madre Teresa di Calcutta
d) Il Mantello della Carità: San Francesco di Paola.
 
La storia dell’Associazione è un patrimonio per il nostro territorio. Accanto alle attività teatrali vanno ricordate quelle del recupero delle feste tradizionali, delle iniziative umanitarie e sociali, della lotta per l’ospedale di Trebisacce, e di altri eventi in difesa della nostra appartenenza.
 
 
L’ALBERO DELLA MEMORIA
 
Dott.sse Aloise Maria Francesca e Angela Malatacca

 

Commenti

In questo momento non sono presenti commenti!

Inserisci un commento

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Sito Web

Immagine CAPTCHA
Inserire il codice di controllo: